Il dilemma trinitario di Dio Tre Wills, Giovanni 6:38

Questa è una traduzione imperfetta dal documento originale in inglese che è stato tradotto dal software Google Translating. Se si parla inglese e vorrebbe servire come ministro web per rispondere a domande dei popoli nella tua lingua nativa; o se si vuole aiutarci a migliorare l'accuratezza della traduzione, vi preghiamo di inviarci un messaggio

DALLA MIA corrispondenza e-mail CON TRINITARIA apologeta LUIS CARLOS REYES

"Io sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato.” Giovanni 6: 38If la visione trinitaria comune di Giovanni 6:38 era corretta, allora come potrebbe una pre coequally distinta Dio incarnato del Figlio sarà stato un Dio distinto sarà prima dell'incarnazione? può un Dio coequal avrà mai la capacità di essere in contrasto con un altro Dio coequal farà?

Se il vostro argomento ha tenuto alcun peso, allora si dovrebbe rispondere in senso affermativo per quanto riguarda Giovanni 6:38 relativa ad un Dio Figlio che scendeva dal cielo, non per fare la sua presunta coequal Divina Volontà, ma solo l'unico della Divina Volontà di Colui che lo ha mandato, vale a dire il Padre.

Anche il Nuovo Testamento dimostra che c'è un solo Divina Volontà del Padre, e una sola volontà umana del Figlio. Allora, dove è il presunto Trinità di tre menti Dio e tre la volontà di Dio nella Scrittura?

Mentre non v'è nessun altro passo con le precise parole di Cristo in Giovanni 6:38, noi troviamo altri passaggi che dimostrano che il Figlio aveva una sola volontà umana. Ad esempio, Giovanni 5:30 ci informa che che il Figlio, come il Figlio non può fare nulla da solo perché non v'è una sola volontà umana in Cristo.

"Io non posso far nulla da me stesso; giudico solo come sento e il mio giudizio è giusto, perché non cerco la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato (Giovanni 5:30).".

PERCHE 'Non ci possono essere tre distinti Dio vuole di una divinità per tre persone

1.La Bibbia non ci informa che Dio ha più di una mente divina, la volontà o coscienza.

2. La Bibbia ci informa che il Padre è la mente divina, la volontà e la coscienza di un solo Dio, mentre la mente umana, la volontà e la coscienza del Figlio ha la capacità di essere in disaccordo con la volontà divina, perché il bambino umano nato e figlio dato è stato reso “pienamente umani in ogni modo” (Eb. 2:17 NIV).

3. Quando l'uomo Cristo Gesù ha detto di essere venuto “non per fare la mia volontà (una volontà umana), ma la volontà di Colui che mi (la volontà divina) ha inviato”, ha dimostrato che la sua volontà come un figlio aveva il potenziale per essere in contrasto con la volontà divina s 'del Padre.

4. Se la volontà del Figlio era un Dio divino distinta sarà il numero due, quindi la volontà di un Dio coequal Persone avrebbe la capacità di essere in armonia con Dio sarà il numero uno.

Per il motivo per cui sarebbe un presunto dio celeste del Figlio disceso dal cielo, non per fare il proprio Dio distinti sarà, ma solo il Dio distinta volontà di colui che lo ha mandato se non ci fosse possibilità di Dio per essere sempre in disaccordo con se stesso? Se Dio potesse mai essere in disaccordo con stesso non ci sarebbe confusione e disordine nell'Universo.

5. Se Dio ha tre menti divine, tre volontà divine, e più di un centro divino di auto-coscienza personale, allora Dio non poteva più essere un solo Dio (Monoteismo), ma avrebbe dovuto essere tre Dio s '(Tri-teismo).

Dopo aver ricordato questi fatti a trinitario apologista Luis Reyes, signor Reyes ha risposto: “Non sto dicendo che sono d'accordo o in disaccordo quello che stai dicendo qui, ma la ragione faccio notare questo commento è causa dell'atteggiamento visualizza da parte vostra .

E 'molto interessante come spesso fautori dell'Unità fiduciosamente dichiarare che Dio è un essere onnipotente, che lui è così onnipotente, che è ancora in grado di parlare dal cielo e tuttavia anche in grado di essere letteralmente incarnato nel Figlio, allo stesso tempo (ad esempio Luca 3: 22), ma tuttavia quando un trinitaria dice qualcosa circa lo stesso Dio onnipotente, tutto ad un tratto che Dio non è “abbastanza onnipotente” per fare altre cose.

Chiaramente, v'è una tendenza molto evidente al lavoro qui con la gente Oneness, e la nozione e la presupposizione riflette qui da parte vostra è che Dio è onnipotente solo sufficiente per fare le cose come un Dio unitaria, ma non è abbastanza onnipotente per fare le cose come un Dio trinitario.

Questo mentalmente non cessa mai di stupirmi, e chiaramente riflette il livello di pregiudizio che ho spesso incontrato tra molti anti-Trinitari “.

RISPOSTA ONENESS: Siamo d'accordo che l'onnipotenza di Dio gli permette di essere in grado di fare nulla. Tuttavia, Dio come Dio non può mai parlare o fare qualsiasi cosa che è in conflitto con se stesso.

Ecco alcuni esempi di cose che Dio non può fare:

  1. Dio come Dio non può mai avere la capacità di essere in disaccordo con se stesso come due distinti Divina Wills avrebbe il potenziale per essere in disaccordo.

  2. La parola di Dio s 'non può mai entrare in conflitto con ciò che ha già detto o promesso.

  3. Dio come Dio non può mai cambiare da perdere nessuno dei suoi attributi divini.

  4. Dio non può mai cambiare per sempre violando suo carattere giusto e santo.

Sono d'accordo che non dobbiamo basare la nostra esegesi delle Scritture sulla base di ciò che suona bene alla nostra mente umana finita. Stavo sottolineando il fatto che l'idea trinitaria che Dio ha due e tre Dio vuole “suona peggio” rispetto al modello Unicità perché il modello trinitario è completamente non scritturale.

Mentre il modello Unità del Padre incarnandosi come un vero figlio umana sembra difficile da credere nella nostra logica umana finita, almeno la nostra visione porta armonia a tutti i dati scritturali.

Ti avevo fatto questa domanda, “Si prega di rispondere a questa domanda: Lei crede che un Dio coequally volontà divina (una volontà è la stessa cosa di una cosciente) poteva pregare e essere tentati come volontà divina numero due? O non più senso a credere che la volontà umana (la coscienza umana) di Cristo era l'unico che poteva pregare e essere tentati?”

Quando io avevo chiesto, “non ha più senso di credere,” mi è stato chiesto che cosa ha più senso alla luce di tutti i dati scritturali, piuttosto che ciò che ha senso per il nostro ragionamento umano finito.

Mr. Reyes ha risposto,

“No, non credo che un Dio coequally divino potrebbe essere tentato o pregare, a meno che (qui è la chiave per me) che Dio coequally divina era sia Divinità e umano allo stesso tempo. In questo caso Dio (come il Figlio) sarebbe in grado di provare la tentazione e pregare, non come il Figlio di Dio (prima incarnazione), ma come Dio Figlio come il Dio-Uomo, sperimentando attraverso la sua natura umana “.

RISPOSTA ONENESS:

Il modello Unità ritiene inoltre che Dio (come il figlio) è stato in grado di provare la tentazione e pregare, ma non come Dio prima della incarnazione. Il vostro unico problema qui è che lei sta dicendo che il figlio era un Dio Figlio prima l'incarnazione senza una sola Scrittura per giustificare una tale posizione.

Capisco la tua risposta messaggio di incarnazione, ma come circa il Dio pre-incarnata volontà del vostro presunto Dio coequal il Figlio? La tua risposta ignora la maggior parte dei miei precedenti commenti su Giovanni 6:38. Per voi asserito che un Dio pre-incarnato il Figlio aveva un figlio distinta volontà in cielo prima di avere un figlio sulla terra.

Come può allora un Dio coequal sarà in cielo sono venuto per fare la sua divina Dio, ma il Dio divina volontà del Padre, pur rimanendo un Dio persona coequal (Mr. Reyes non ha mai risposto)?

Chiese il signor Reyes, “Credi che un Unicità Divina Dio 'si' poteva pregare ed essere tentati?” Si potrebbe dire che, prima della incarnazione “no” (a meno che non credere il contrario?), Dopo l'incarnazione, “sì, ”come il‘Dio-uomo’essere una persona ...”

RISPOSTA ONENESS:

Noi non crediamo che Dio come Dio può pregare o essere tentati prima o dopo l'incarnazione! Solo Trinitari credere che il Figlio come Figlio può avere una distinta “Dio” dal Padre.

Origene fu il primo ad utilizzare il titolo, “Dio l'uomo”, che sia Unità e Trinitari hanno successivamente impiegato ( “... il Dio-uomo è nato.” Origene, De Principiis, Libro II, Capitolo VI.On l'incarnazione del Cristo) .

Anche se crediamo che l'uomo Gesù Cristo è “Dio con noi”, come un vero uomo, non mi piace fortemente l'uso di “Dio l'uomo”, perché l'umanità di Cristo Gesù uomo è ontologicamente distinto dal Padre.

Poiché Dio come Dio non è ontologicamente un uomo (Numeri 23:19), noi sappiamo che il Figlio di Dio non è ontologicamente Dio con noi come Dio.

No, non crediamo in una vista nestoriano dell'incarnazione, perché Dio è diventato un uomo solo nella incarnazione attraverso la vergine. Il Figlio di Dio non avrebbe potuto essere diviso in due persone con due menti e due centri di auto-coscienza personale.

Il Figlio di Dio ha parlato in modo chiaro con una sola mente umana, una volontà umana, e una coscienza umana. Tuttavia, il Figlio di Dio a volte ha parlato attraverso la sua consapevolezza divina come Dio (Giovanni 8:58), che aveva ricevuto solo attraverso la rivelazione divina (Marco 13:32).

Mr. Reyes ha risposto: “Mentre io ho il Figlio divino come il Dio-uomo (due nature, ma una sola persona) che parla al Padre dopo l'incarnazione, voi invece avete il Padre divino che agisce come una sorta di ventriloquo divina,

poiché si suppone essere incarnato nel Figlio, eppure Peter sente la voce del Padre uscire dal cielo (2Pt 1: 17-18)., e poi dal nulla ha presumibilmente sente la voce stessa del Padre ora che esce dal Figlio (Matt. 17: 7) “?

RISPOSTA ONENESS:

2 Pietro 1: 17-18 dà conto del Padre dicendo: “Questo è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto”, ma Matteo 17: 7 ci dà le parole postale incarnazionali di Dio con noi come un figlio umano pienamente completa .

Quindi, avete ignorato l'incarnazione in cui Dio, come Dio si è fatto anche il Dio con noi come un vero uomo che “cresceva in sapienza” (Luca 2:52) e non sapeva tutte le cose (Marco 13:32).

La maggior parte dei teologi trinitarie credono che il Figlio non ha mai perso i suoi attributi divini nei cieli, mentre è diventato allo stesso tempo un uomo in meno sulla terra. In tal caso, il presunto Figlio celeste sarebbe in grado di agire e parlare in cielo, mentre il figlio terrena sarebbe stata in grado di agire e parlare sulla terra come un uomo allo stesso tempo.

Questo suona anche come ventriloquismo come un presunto dio celeste del Figlio sarebbe in grado di agire e parlare nei cieli (in più luoghi e in più volte in una sola volta), mentre si agisce e parla in modo diverso sulla terra entro i confini di una mente umana, la volontà , e la natura.

Ero d'accordo con la sua dichiarazione in precedenza che non possiamo usare la logica umana finita per formare le nostre interpretazioni della Scrittura. L'onnipresente Dio non deve essere un ventriloquo per essere in grado di parlare come Dio nei cieli, mentre allo stesso tempo si parla come un vero uomo sulla terra dopo che Dio “mangiò carne e sangue” (Eb. 2:14) deve essere fatta “ pienamente umana in ogni modo”(Eb. 2:17 NIV).

Mentre queste cose sono impossibili con gli uomini, che non sono certamente impossibile a Dio onnipresente che riempie il cielo e la terra.

Non importa quanto cerchiamo di spiegarlo, l'incarnazione richiede una volontà divina del Dio persona (le nostre posizioni dice il padre) che è rimasto immutabile nei cieli con tutti i suoi attributi divini intatta (Ml 3:.. 6; Eb 13: 8), mentre una parte della sua stessa "sostanza di essere" assunto una nuova volontà umana (Eb 1: 3). quando divenne "pienamente umano in ogni modo" (Eb 2,17 NIV) all'interno della vergine..

Mr. Reyes ha risposto, “Cos'è questo concetto si parla qui di‘una portionof la propria 'sostanza dell'essere' assunto una nuova volontà umana quando è diventato 'pienamente umano in tutti i modi'?’

Persone Oneness, da oltre 30 anni sono stati costantemente dirmi che tutta la pienezza della divinità, e della sostanza del suo essere suo padre come divinità (Col. 2: 9) pienamente se stesso incarnato nell'umanità, non “una parte del suo sostanza di essere”come dici tu qui.

Allora, stai dicendo che la Divinità del incarnata Padre nel Figlio non era tutta la pienezza della divinità e la sostanza piena dell'essere del Padre nella carne umana? E 'questo quello che stai dicendo adesso?”

RISPOSTA ONENESS:

Ebrei 1: 3 dimostra chiaramente che una parte di sostanza onnipresente del Padre dell'Essere è stato riprodotto come “impronta della sua persona” (persona del Padre) per diventare una persona pienamente completa dell'uomo. Per Dio come Dio non potrebbe mai lasciare del tutto il cielo in violazione di Malachia 3: 6 e Ebrei 13: 8.

Potrebbero tutti di sostanza del Padre dell'Essere hanno lasciato il cielo di essere in Cristo? Certamente no! Mentre “tutta la pienezza della divinità” (del Padre Divino persona) era in Cristo, non dobbiamo pensare che questo significa che la sostanza dell'essere del Padre non è stato anche nei cieli.

Ebrei 1: 3 ci informa che la sostanza dell'essere di Dio fu “riprodotta”, “impresso”, o “copiato” all'interno della vergine del Padre “sostanza dell'Essere”.

Per quale altro poteva Dio diventare un uomo, se Egli non riprodurre la sua essenza di essere per diventare un essere umano pienamente completa entro la vergine? Tutti dell'essenza del Padre dell'Essere non avrebbe potuto essere “riprodotte” o “copiato” entro l'incarnazione come il padre avrebbe cessato di essere il Padre di fuori dell'incarnazione.

È per questo che una parte della sostanza del Padre dell'Essere è stato riprodotto tramite il Suo Spirito Santo che è disceso sulla Vergine (Luca 1:35), piuttosto che tutte sostanza dell'essere nei cieli di Dio.

Affermo che “tutta la pienezza della divinità” (Colossesi 2: 9) dell'essere del Padre / persona era in Cristo, perché la pienezza del Padre di persona è diventato anche una persona umana pienamente completo (Eb 1: 3). Nell'incarnazione .

Tuttavia, non dobbiamo pensare che “tutta la pienezza” della divinità potrebbe mai essere in una posizione in Cristo Gesù come tutti degli oceani della terra non avrebbe mai potuto riempire un unico lago.

Per tutto il cielo è il trono di Dio (Isaia 66: 1 “il cielo è il mio trono”) e “i cieli dei cieli non possono contenere Lui” ( “... che è in grado di costruirgli una casa, vedendo i cieli ei cieli dei cieli non possono contenerti ? lui”2 Chronicles 2: 6).

Pertanto, ci deve essere una distinzione tra la sostanza di Dio dell'essere (lo Spirito Santo) del Padre al di fuori della incarnazione e la copia riprodotta di quella stessa sostanza dell'essere (Spirito Santo) che è diventato anche un uomo limitato all'interno l'incarnazione (Matteo 1:20).

Mr. Reyes ha risposto: “Questo è ormai una forma di arianesimo, e flat out il politeismo, perché ora avete due dei! Hai (1) una “porzione” FULL Dio (Padre), che “riprodotta” o come hai detto altrove, ha fatto un esatto “copia” della sua sostanza e di essere, e poi ci sono (2) la sostanza copiato del suo essere. Non si può avere una copia di nulla e non hanno due elementi coinvolti ...”

RISPOSTA ONENESS:

No, non abbiamo “due dei” (che è quello che pensiamo delle posizioni trinitarie e ariani). Abbiamo un Dio Padre che è diventato anche un uomo come il bambino nato e figlio dato.

Il modello Arian presenta un pre-incarnata riproduzione angelico in cielo prima concezione vergine, mentre il modello Unità presenta un post riproduzione incarnazionale all'interno della concezione vergine sulla terra (Eb 1: 3; Luca 1:35; Matteo 1:20.).

In contrasto, il modello trinitario presenta l'idea non scritturale che il Figlio è stato eternamente riprodotto come una copia impresso senza tempo del Padre Persona. Così, il vostro modello è il più insostenibile di tutti.

Sono d'accordo che la copia riprodotta di sostanza del Padre dell'Essere “non è una copia carnale” (come Dio in quanto Dio non ha sostanza carnale), ma è la copia Spirito riprodotto come uno spirito umano del tutto completa.

Per noi crediamo che Dio come Dio al di fuori dell'incarnazione è diventato anche un uomo completamente completo all'interno dell'incarnazione attraverso la vergine (Eb. 2:17).

Mr. Reyes ha chiesto, “... così come può egli sia una copia esatta se è una sostanza carne mentre il padre è una sostanza Spirito?”

RISPOSTA ONENESS:

Ovviamente, Ebrei 1: 3 non sta affrontando “charakter” come “una sostanza carne”, perché “il Padre è una sostanza Spirito”.

Si, sono d'accordo! Sostanza spirito invisibile del Padre è stato copiato anche di diventare uno spirito umano entro la vergine. Per Persona del Padre è diventato anche una persona l'uomo all'interno della vergine perché come “il corpo senza lo spirito è morto” (Giacomo 2:26), così il Figlio dell'uomo non avrebbe potuto essere solo un corpo di carne o lui sarebbe nato morto.

Trinitari hanno assolutamente alcun modo praticabile per spiegare le sfumature di significato della parola greca “charakter” nel contesto di Ebrei 1: 3. Tutto quello che possono fare è finto all'idea di sostanza del Padre dell'Essere è stata riprodotta come “la luminosità della sua gloria (il Padre del) e l'impronta della sua persona (del Padre)."

La KJV traduce “charakter” come “impronta”, perché la parola greca “charakter” si intende un'immagine copiata di sostanza del Padre dell'Essere (Greco - “ipostasi”).

Trinitari hanno alcuna spiegazione per dimostrare che la sostanza del Padre dell'essere è stata riprodotta come l'immagine copiata della persona del Padre, perché crolla tutta la loro idea di un Dio senza tempo del Figlio.

Per nulla riprodotta o copiata si può dire che sia stato senza tempo copiato. Così “Charakter” dimostra che il figlio ha avuto un inizio nel tempo con la sua generazione nel tempo.

Mr. Reyes ha risposto: “... poi l'incarnato Unità Dio non era al 100% tutta la pienezza COMPLETO DI DIO nel Figlio. Per essere più chiari: L'unicità di Gesù non era pienamente Dio, ma solo una parte o di una parte di Dio “.

RISPOSTA ONENESS:

Quando i patriarchi o profeti hanno visto manifestazioni di Dio, vorresti pensare che il 100% dello Spirito di Dio ha lasciato i cieli di presentarsi in una posizione specifica in una sola volta?

O non sarebbe più ragionevole dire che una parte della onnipresente dell'Essere di Dio si presentò a manifestarsi ai profeti? Proprio come l'Essere divino di Dio che si è manifestato ai profeti è stata del 100% Dio, così la sostanza dell'essere del Padre che è diventato un uomo nella Vergine è al 100% Persona di Dio, che è diventato anche una persona uomo.

Se leggerete Commento di Origene del Vangelo di Giovanni, libro 1, capitolo 23, troverete che il vecchio Modalisti ritiene che il Padre e il Figlio sono la stessa sostanza dell'essere, mentre vista semi-Arian di Origene ha ritenuto che la sostanza del Figlio di essendo era una sostanza diverso di essere dall'Essere del Padre.

[Nota: Origene sembra essere il primo scrittore cristiano a verbale che ha inventato l'idea di un figlio fuori dal tempo: (Princ 1.2.2.) - Secondo Johannes Quasten, la dottrina di Origine della eternità del Figlio è stato "un notevole progresso nel lo sviluppo della teologia e ha avuto un'influenza di vasta portata sul magistero ecclesiastico”(Patrologia Vol. 2, pagina 78). Origene oppone agli inizi del Modalisti che ha insegnato che il Figlio è della stessa essenza del Padre.

Origene ha scritto, “il Verbo di Dio è un Essere separata e ha un'essenza del proprio” (Commento di Origene al Vangelo di Giovanni, Libro 1, Capitolo 23). Pertanto, il terzo Modalisti secolo credevano che il Figlio è della stessa sostanza / essenza del Padre ben prima che il Credo di Nicea del 325, ma Origene e la semi-ariani come lui ha negato che il Figlio è della stessa sostanza / essenza come il Padre. ]

Allo stesso modo, le moderne Oneness Modalisti credono anche che la sostanza dell'essere del Padre è la stessa sostanza di essere il Figlio. Tuttavia, la sostanza dell'essere del Padre è stato riprodotto per diventare un vero Figlio dell'uomo.

Questo deve essere il caso, o non ci sarebbe nessuna incarnazione a tutti. Per “come il corpo senza lo spirito è morto” (Giacomo 2:26), così il Figlio sarebbe morta entro la vergine se il Figlio non ha avuto uno spirito umano pienamente completa (Eb. 2:17).

Vorrei anche alcune domande qui. Se lo spirito umano di Cristo è al 100% Dio con noi come Dio, come poi potrebbe Dio con noi COME DIO stato tentato in violazione di Giacomo 1:13?

Inoltre, esattamente come ha fatto Dio (nel tuo caso un Dio Figlio) diventano “pienamente umani in tutti i modi”, secondo Ebrei 2:17 se la sostanza di essere di Dio non è stato riprodotto o copiato per diventare un uomo completamente completo (Mr. Reyes non ha mai risposto)?

Mr. Reyes ha risposto: “Domanda: l'identità e la volontà di colui che‘vuole’parlare attraverso il Figlio‘coscienza umana’in Giovanni 6:38 (A), la stessa esatta identità e la volontà di colui che‘vuole’a parlare attraverso “coscienza umana” del Figlio in Giovanni 6:38 (B - C). Un semplice “sì 'o“no' sarà sufficiente?”

Mr. Reyes ha proseguito da me citando, “La tua risposta è stata:“La risposta è un enfatico NO, come la volontà del Figlio è una volontà umana del tutto completa e la volontà del Padre è il tutto completa volontà divina. Ecco perché due volontà divina Persona del Padre (che ha una volontà divina) è diventato anche una persona umana pienamente completo via dell'incarnazione attraverso la vergine ...”

Mr. Reyes poi rispose: “Va bene, quindi questo è ciò che abbiamo: Secondo la vostra vista, ci sono due identità distinte‘vuole’presente comunicando la loro intenzione comunicativa in Giovanni 6:38, e più precisamente, queste due identità distinte“testamenti “, entrambi parlano‘chiaramente’attraverso il Figlio‘coscienza umana ...’

RISPOSTA ONENESS:

Non ho mai detto che “due identità distinte” “entrambi parlano distintamente attraverso la coscienza umana del Figlio.” Il Figlio come un essere umano pienamente completa in grado di parlare con una sola identità umana e la coscienza.

Infatti, se il Figlio potesse parlare con due identità e due serie di coscienza, allora Cristo non avrebbe detto che “nessuno conosce il giorno e l'ora della venuta del Figlio dell'uomo, no, non gli angeli nel cielo, né il Figlio, ma solo il Padre (Marco 13:32).”

Il Figlio come Figlio chiaramente non sapeva tutte le cose per la mente umana e la coscienza. Quindi, due identità distinte mai parlato attraverso la coscienza umana del Figlio come che sarebbe un modello nestoriano piuttosto che un modello Unità modalistic.

Mr. Reyes ha risposto: “Gli elementi linguistici transitorie in questione Hereare trovano a proposizione subordinata (B). La vostra posizione è che in Giovanni 6:38 l'identità che volontariamente comunicato la propria intenzione comunicativa “attraverso la coscienza umana del Figlio” presso l'espressione indipendente (A) passato a un'altra identità che anche volontariamente comunicato la propria intenzione comunicativa “attraverso umana del Figlio coscienza”a enunciato subordinato (B) e (C).”

RISPOSTA ONENESS:

Anche in questo caso, di distorcere la nostra teologia, perché si sta cercando di inserirsi in un modello nestoriano piuttosto che un modello Unità.

Come tutti i profeti, Dio Padre ha parlato la sua parola per mezzo del Figlio (Eb 1: 1-2)., Ma a differenza di tutti i profeti, il Figlio come un essere umano è stata fatta direttamente dalla sostanza dell'Essere dello Spirito Santo del Padre ( Matteo 1:20).

Ecco perché Gesù poteva parlare di un rivelato “consapevolezza divina” dicendo, “prima che Abramo fosse, Io Sono” (Giovanni 8:58) e “Chi ha visto me ha visto il Padre” (Giovanni 14: 9). Pertanto l'uomo Cristo Gesù non avrebbe potuto avere due set di coscienza, né eventuali spostamenti o cambiamenti nella volontà, perché poteva parlare solo come una persona umana in un corpo umano.

Quello che sto dicendo è che quella coscienza umana di Cristo Gesù uomo disse queste cose per rivelazione divina, perché sapeva che la sua vera identità di Dio che si è “pienamente umano in ogni modo” (Eb. 2:17 NIV) al fine di salvaci.

Perciò, quando Gesù disse: “Io sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato”, parlava come una persona posta uomo di incarnazione, perché Dio era già diventato un vero uomo attraverso il vergine.

Gesù ha detto: “Sono venuto giù”, perché in quel momento nella sua vita e nel ministero sapeva che la sua vera identità come Emmanuele, “Dio con noi”, come un vero uomo attraverso la rivelazione divina. Questo è il motivo Atti 1: “ebbe dallo Spirito Santo dato dei comandamenti agli apostoli” 2 afferma che Gesù

Ma Giovanni 12:49 afferma che è stato il Padre che ha dato questi comandamenti a Gesù per dare agli apostoli. Così dimostrando che il Padre è lo Spirito Santo di Dio, che ha portato il Figlio e ha dato la sua coscienza umana le parole per parlare (Giovanni 14:24).

Per ulteriori articoli

Per i libri gratuiti

Per Video Insegnamenti, iscriviti alla nostra CANALE YOUTUBE

Recent Posts

See All

C O N T A C T

© 2016 | GLOBAL IMPACT MINISTRIES