Il dilemma trinitario di Dio Tre Wills, Giovanni 6:38

Questa è una traduzione imperfetta dal documento originale in inglese che è stato tradotto dal software Google Translating. Se si parla inglese e vorrebbe servire come ministro web per rispondere a domande dei popoli nella tua lingua nativa; o se si vuole aiutarci a migliorare l'accuratezza della traduzione, vi preghiamo di inviarci un messaggio

DALLA MIA corrispondenza e-mail CON TRINITARIA apologeta LUIS CARLOS REYES

"Io sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato.” Giovanni 6: 38If la visione trinitaria comune di Giovanni 6:38 era corretta, allora come potrebbe una pre coequally distinta Dio incarnato del Figlio sarà stato un Dio distinto sarà prima dell'incarnazione? può un Dio coequal avrà mai la capacità di essere in contrasto con un altro Dio coequal farà?

Se il vostro argomento ha tenuto alcun peso, allora si dovrebbe rispondere in senso affermativo per quanto riguarda Giovanni 6:38 relativa ad un Dio Figlio che scendeva dal cielo, non per fare la sua presunta coequal Divina Volontà, ma solo l'unico della Divina Volontà di Colui che lo ha mandato, vale a dire il Padre.

Anche il Nuovo Testamento dimostra che c'è un solo Divina Volontà del Padre, e una sola volontà umana del Figlio. Allora, dove è il presunto Trinità di tre menti Dio e tre la volontà di Dio nella Scrittura?

Mentre non v'è nessun altro passo con le precise parole di Cristo in Giovanni 6:38, noi troviamo altri passaggi che dimostrano che il Figlio aveva una sola volontà umana. Ad esempio, Giovanni 5:30 ci informa che che il Figlio, come il Figlio non può fare nulla da solo perché non v'è una sola volontà umana in Cristo.

"Io non posso far nulla da me stesso; giudico solo come sento e il mio giudizio è giusto, perché non cerco la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato (Giovanni 5:30).".

PERCHE 'Non ci possono essere tre distinti Dio vuole di una divinità per tre persone

1.La Bibbia non ci informa che Dio ha più di una mente divina, la volontà o coscienza.

2. La Bibbia ci informa che il Padre è la mente divina, la volontà e la coscienza di un solo Dio, mentre la mente umana, la volontà e la coscienza del Figlio ha la capacità di essere in disaccordo con la volontà divina, perché il bambino umano nato e figlio dato è stato reso “pienamente umani in ogni modo” (Eb. 2:17 NIV).

3. Quando l'uomo Cristo Gesù ha detto di essere venuto “non per fare la mia volontà (una volontà umana), ma la volontà di Colui che mi (la volontà divina) ha inviato”, ha dimostrato che la sua volontà come un figlio aveva il potenziale per essere in contrasto con la volontà divina s 'del Padre.

4. Se la volontà del Figlio era un Dio divino distinta sarà il numero due, quindi la volontà di un Dio coequal Persone avrebbe la capacità di essere in armonia con Dio sarà il numero uno.

Per il motivo per cui sarebbe un presunto dio celeste del Figlio disceso dal cielo, non per fare il proprio Dio distinti sarà, ma solo il Dio distinta volontà di colui che lo ha mandato se non ci fosse possibilità di Dio per essere sempre in disaccordo con se stesso? Se Dio potesse mai essere in disaccordo con stesso non ci sarebbe confusione e disordine nell'Universo.

5. Se Dio ha tre menti divine, tre volontà divine, e più di un centro divino di auto-coscienza personale, allora Dio non poteva più essere un solo Dio (Monoteismo), ma avrebbe dovuto essere tre Dio s '(Tri-teismo).

Dopo aver ricordato questi fatti a trinitario apologista Luis Reyes, signor Reyes ha risposto: “Non sto dicendo che sono d'accordo o in disaccordo quello che stai dicendo qui, ma la ragione faccio notare questo commento è causa dell'atteggiamento visualizza da parte vostra .

E 'molto interessante come spesso fautori dell'Unità fiduciosamente dichiarare che Dio è un essere onnipotente, che lui è così onnipotente, che è ancora in grado di parlare dal cielo e tuttavia anche in grado di essere letteralmente incarnato nel Figlio, allo stesso tempo (ad esempio Luca 3: 22), ma tuttavia quando un trinitaria dice qualcosa circa lo stesso Dio onnipotente, tutto ad un tratto che Dio non è “abbastanza onnipotente” per fare altre cose.

Chiaramente, v'è una tendenza molto evidente al lavoro qui con la gente Oneness, e la nozione e la presupposizione riflette qui da parte vostra è che Dio è onnipotente solo sufficiente per fare le cose come un Dio unitaria, ma non è abbastanza onnipotente per fare le cose come un Dio trinitario.

Questo mentalmente non cessa mai di stupirmi, e chiaramente riflette il livello di pregiudizio che ho spesso incontrato tra molti anti-Trinitari “.

RISPOSTA ONENESS: Siamo d'accordo che l'onnipotenza di Dio gli permette di essere in grado di fare nulla. Tuttavia, Dio come Dio non può mai parlare o fare qualsiasi cosa che è in conflitto con se stesso.

Ecco alcuni esempi di cose che Dio non può fare:

  1. Dio come Dio non può mai avere la capacità di essere in disaccordo con se stesso come due distinti Divina Wills avrebbe il potenziale per essere in disaccordo.

  2. La parola di Dio s 'non può mai entrare in conflitto con ciò che ha già detto o promesso.

  3. Dio come Dio non può mai cambiare da perdere nessuno dei suoi attributi divini.

  4. Dio non può mai cambiare per sempre violando suo carattere giusto e santo.

Sono d'accordo che non dobbiamo basare la nostra esegesi delle Scritture sulla base di ciò che suona bene alla nostra mente umana finita. Stavo sottolineando il fatto che l'idea trinitaria che Dio ha due e tre Dio vuole “suona peggio” rispetto al modello Unicità perché il modello trinitario è completamente non scritturale.

Mentre il modello Unità del Padre incarnandosi come un vero figlio umana sembra difficile da credere nella nostra logica umana finita, almeno la nostra visione porta armonia a tutti i dati scritturali.

Ti avevo fatto questa domanda, “Si prega di rispondere a questa domanda: Lei crede che un Dio coequally volontà divina (una volontà è la stessa cosa di una cosciente) poteva pregare e essere tentati come volontà divina numero due? O non più senso a credere che la volontà umana (la coscienza umana) di Cristo era l'unico che poteva pregare e essere tentati?”

Quando io avevo chiesto, “non ha più senso di credere,” mi è stato chiesto che cosa ha più senso alla luce di tutti i dati scritturali, piuttosto che ciò che ha senso per il nostro ragionamento umano finito.

Mr. Reyes ha risposto,

“No, non credo che un Dio coequally divino potrebbe essere tentato o pregare, a meno che (qui è la chiave per me) che Dio coequally divina era sia Divinità e umano allo stesso tempo. In questo caso Dio (come il Figlio) sarebbe in grado di provare la tentazione e pregare, non come il Figlio di Dio (prima incarnazione), ma come Dio Figlio come il Dio-Uomo, sperimentando attraverso la sua natura umana “.

RISPOSTA ONENESS:

Il modello Unità ritiene inoltre che Dio (come il figlio) è stato in grado di provare la tentazione e pregare, ma non come Dio prima della incarnazione. Il vostro unico problema qui è che lei sta dicendo che il figlio era un Dio Figlio prima l'incarnazione senza una sola Scrittura per giustificare una tale posizione.

Capisco la tua risposta messaggio di incarnazione, ma come circa il Dio pre-incarnata volontà del vostro presunto Dio coequal il Figlio? La tua risposta ignora la maggior parte dei miei precedenti commenti su Giovanni 6:38. Per voi asserito che un Dio pre-incarnato il Figlio aveva un figlio distinta volontà in cielo prima di avere un figlio sulla terra.

Come può allora un Dio coequal sarà in cielo sono venuto per fare la sua divina Dio, ma il Dio divina volontà del Padre, pur rimanendo un Dio persona coequal (Mr. Reyes non ha mai risposto)?

Chiese il signor Reyes, “Credi che un Unicità Divina Dio 'si' poteva pregare ed essere tentati?” Si potrebbe dire che, prima della incarnazione “no” (a meno che non credere il contrario?), Dopo l'incarnazione, “sì, ”come il‘Dio-uomo’essere una persona ...”

RISPOSTA ONENESS:

Noi non crediamo che Dio come Dio può pregare o essere tentati prima o dopo l'incarnazione! Solo Trinitari credere che il Figlio come Figlio può avere una distinta “Dio” dal Padre.

Origene fu il primo ad utilizzare il titolo, “Dio l'uomo”, che sia Unità e Trinitari hanno successivamente impiegato ( “... il Dio-uomo è nato.” Origene, De Principiis, Libro II, Capitolo VI.On l'incarnazione del Cristo) .

Anche se crediamo che l'uomo Gesù Cristo è “Dio con noi”, come un vero uomo, non mi piace fortemente l'uso di “Dio l'uomo”, perché l'umanità di Cristo Gesù uomo è ontologicamente distinto dal Padre.

Poiché Dio come Dio non è ontologicamente un uomo (Numeri 23:19), noi sappiamo che il Figlio di Dio non è ontologicamente Dio con noi come Dio.

No, non crediamo in una vista nestoriano dell'incarnazione, perché Dio è diventato un uomo solo nella incarnazione attraverso la vergine. Il Figlio di Dio non avrebbe potuto essere diviso in due persone con due menti e due centri di auto-coscienza personale.

Il Figlio di Dio ha parlato in modo chiaro con una sola mente umana, una volontà umana, e una coscienza umana. Tuttavia, il Figlio di Dio a volte ha parlato attraverso la sua consapevolezza divina come Dio (Giovanni 8:58), che aveva ricevuto solo attraverso la rivelazione divina (Marco 13:32).

Mr. Reyes ha risposto: “Mentre io ho il Figlio divino come il Dio-uomo (due nature, ma una sola persona) che parla al Padre dopo l'incarnazione, voi invece avete il Padre divino che agisce come una sorta di ventriloquo divina,

poiché si suppone essere incarnato nel Figlio, eppure Peter sente la voce del Padre uscire dal cielo (2Pt 1: 17-18)., e poi dal nulla ha presumibilmente sente la voce stessa del Padre ora che esce dal Figlio (Matt. 17: 7) “?

RISPOSTA ONENESS:

2 Pietro 1: 17-18 dà conto del Padre dicendo: “Questo è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto”, ma Matteo 17: 7 ci dà le parole postale incarnazionali di Dio con noi come un figlio umano pienamente completa .

Quindi, avete ignorato l'incarnazione in cui Dio, come Dio si è fatto anche il Dio con noi come un vero uomo che “cresceva in sapienza” (Luca 2:52) e non sapeva tutte le cose (Marco 13:32).

La maggior parte dei teologi trinitarie credono che il Figlio non ha mai perso i suoi attributi divini nei cieli, mentre è diventato allo stesso tempo un uomo in meno sulla terra. In tal caso, il presunto Figlio celeste sarebbe in grado di agire e parlare in cielo, mentre il figlio terrena sarebbe stata in grado di agire e parlare sulla terra come un uomo allo stesso tempo.

Questo suona anche come ventriloquismo come un presunto dio celeste del Figlio sarebbe in grado di agire e parlare nei cieli (in più luoghi e in più volte in una sola volta), mentre si agisce e parla in modo diverso sulla terra entro i confini di una mente umana, la volontà , e la natura.