Ha nascita di Cristo significa che la sua Risurrezione? Atti 13: 33-35

Questa è una traduzione imperfetta dal documento originale in inglese che è stato tradotto dal software Google Translating. Se si parla inglese e vorrebbe servire come ministro web per rispondere a domande dei popoli nella tua lingua nativa; o se si vuole aiutarci a migliorare l'accuratezza della traduzione, vi preghiamo di inviarci un messaggio

 

 

Trinitari sono i peggiori colpevoli, quando si tratta di loro cosiddetto esegesi del testo. Se si guarda a tutto il contesto di Atti 13: 33-35, si noterà che Paolo dapprima identificato Gesù come Figlio di Dio profetizzato prima di essere resuscitato.

Affermare che la parola "nato" in ebraico (yawlad nel Salmo 2: 7) in realtà significa resurrezioni è assurda. Trinitari volutamente ignorare il contesto completo del sermone di Paolo ai Giudei di Antiochia di Pisidia, perché la loro dottrina non armonizza con i dati scritturali.

In Atti 13: 33-35, Paolo spiega la risurrezione del corpo di Cristo in primo luogo identificando Gesù come il Figlio unigenito si parla nel Salmo 2: 7 che sarebbe risuscitato dai morti.

Poi Paul ha affrontato la resurrezione dopo ha detto, "per quanto riguarda il fatto che egli lo ha risuscitato dai morti, non più per tornare a decadere", citando il Salmo 16:10 - "Non permettere che il tuo Santo subire decadimento. "

Trinitari ignorare il contesto completo di Atti 13: 33-35 perché non hanno altro modo per aggirare la lettura naturale del testo nel Salmo 2: 7 che è stato citato da Paolo in Atti 13.

 

 

 



Per ulteriori articoli

Per i libri gratuiti

Per Video Insegnamenti, iscriviti alla nostra CANALE YOUTUBE

 

Please reload

C O N T A C T

© 2016 | GLOBAL IMPACT MINISTRIES